Sul pullman – Storia di una vecchina a cui non avresti dovuto parlare (PREPRODUZIONE)

FADE IN:

Marta vede Luisa sul pullman, la raggiunge per salutarla.

Un controllore sale sul pullman e chiede i biglietti.

Mentre Marta e Luisa si affannano per trovare i propri, una VECCHINA (bassa, minuta, eccessivamente truccata) di fianco a Marta è in difficoltà, poco stabile sulle proprie gambe perché non può tenersi al palo mentre usa entrambe le mani per cercare il proprio biglietto in borsa.

MARTA

Ha bisogno di una mano, signora?

VECCHINA

Eh, sa sono caduta dalle scale, mi sono fatta male all’anca, sono caduta anche un’altra volta, e il mio medico mi ha detto che farò meglio a non cadere più! Eh alla mia età si è un po’ così…

MARTA

(con aria di circostanza)

Eh, signora, si fa quel che si può…

VECCHINA

Ma sai cosa mi ha aiutato a tirarmi su in questi tempi difficili? La religione. Dio ci ascolta sempre, sai? Lui è lì per noi. Io l’ho scoperto da poco, ma mi ha fatta rinascere! Anzi, ho un volantino proprio qui…

La Vecchina si si appoggia a un sedile ora libero e si mette a rovistare nella borsa. Tira fuori un volantino, spiega gli angoli, lo aggiusta e lo porge a Marta. Poi cambia idea, ne cerca un altro meno rovinato. Lo trova, lo porge a Marta.

Marta guarda il volantino. Poi guarda Luisa. Luisa guarda Marta. Marta torna a guardare il volantino. Il volantino guarda Marta e Luisa.

Marta, in preda a un moto incontrollabile, prende il volantino. Sorride alla Vecchina cercando di non leggere le parole che Geova comunica ai nostri cuori. Piega il volantino e lo mette in borsa.

VECCHINA

Ecco, vai sul sito, lì. Così vedi le parole che ci ha detto Lui. Mi hanno aiutata tanto, Lui è lì per ascoltarci, sai? Mi farebbe tanto piacere se andassi sul sito a vedere.

MARTA

…lo farò, signora.

La Vecchina sorride contenta e si siede. Marta e Luisa si guardano, senza commentare.

Il pullman frena: è la fermata della Scuola. Luisa scende. Marta, prima di fare lo stesso, si gira: la Vecchina la sta guardando estasiata, agitando una mano.

VECCHINA

Buona giornata!

MARTA

Anche a lei, signora!

Marta scende dal pullman. Le porte si chiudono, il pullman riparte e si allontana.

FADE OUT.

[Note di stesura:

  • Nel girare la scena si tenga presente che c’era pubblico.
  • In questa scena, Marta è in preda ad un dubbio esistenziale: far presente alla Vecchina le proprie opinioni o lasciare perdere e farla contenta?
  • La risoluzione è che Marta deciderà di lasciar credere alla Vecchina di essere stata convertita in cinque minuti. D’altra parte, la Vecchina pare sia credente per davvero, e chi è lei per rovinare la giornata di una signora anziana con un’anca malconcia che non rivedrà mai più in vita sua?
  • Il controllore non prende i biglietti né di Marta, né della Vecchina, né di Luisa. Quindi sì, la conversazione sarebbe stata evitabile, ma nonostante il brutto pretesto narrativo è da girare esattamente com’è scritta.
  • (Marta non andrà mai sul sito).
  • (Marta è il tipo di persona che riesce a farsi fregare dai testimoni di Geova che nemmeno le hanno bussato alla porta).]

Lux 😛

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...