Spieghiamoci – Futuro. E roba. Ma soprattutto futuro.

La situazione è la seguente: io ho le idee abbastanza chiare su cosa vorrei fare della mia vita, almeno per quanto riguarda le grandi domande. La carriera è una di queste grandi domande. E mi sono resa conto che il percorso che ho intrapreso non mi porterà a quella carriera.

Lo sapevo già. Lo so da diversi anni, ormai, cosa voglio fare, e scegliendo questo percorso sapevo benissimo cosa sarebbe successo. Non ho combattuto abbastanza – specie con me stessa – perché per qualche motivo penso sempre di poter sopportare all’infinito. Peccato che so benissimo anche che in realtà non è affatto vero. E così, come mi succede sempre, sopporto fino a quando non ne posso più ed esplodo. Abbastanza letteralmente.

Di punto in bianco divento nervosa, o triste, o entrambe le cose, fino a quando non ho l’illuminazione di cosa non vada. E da lì in poi non ce n’è per nessuno – mollo. Qualunque cosa fosse a farmi stare male sparisce dalla mia vita, da un giorno all’altro. E’ successo con la mia vita musicale, sentimentale e, ovviamente, ora succede con la vita scolastica (succederà anche con quella lavorativa, ad un certo punto, a meno che non impari a non mettermi più nelle suesposte situazioni – l’assonanza con supposte è voluta). C’è da dire che ultimamente ci metto sempre di meno a spazientirmi e liberarmi della sorgente della pressione psicologica… non so se sia un bene.

Il fatto è che quando mollo qualcosa devo prendere qualcos’altro. In questo caso so anche cosa voglio “prendere”. Però questa volta i pro e i contro sono molti e molto, molto importanti. Fosse per me, prenderei l’occasione al volo. Ma non si tratta solo di me. La posta in gioco è troppo alta, e io ho troppo poco tempo e troppi pochi soldi.

Quindi niente. Una settimana per decidere cosa fare del mio futuro. Non che avere un mese o tre anni farebbe differenza. In questi casi odio me stessa e la mia indecisione, e soprattutto odio che alla fin fine cerco sempre di far contenti tutti… cosa chiaramente impossibile. E la cosa più assurda è che mi è sempre stato detto chiaramente che, alla fin fine, tutto quello che conta è che sia convinta e contenta io.

Peccato che io sia l’unica che non ci crede.

Indecisamente, Lux :/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...